ENTRA
[wp-members page="login"]
Click here to register
Brindiamo ad un'esperienza unica

Calendario Eventi

Nessun elemento

Al momento non ci sono record in questa sezione

Multimedia

Ultimo video

Ultime fotografie

La tua posizione è: News > La Valsusa, 18/6/2015

La Valsusa, 18/6/2015

La qualità del vino è strettamente legata alle caratteristiche morfologiche del territorio e del clima, ma è anche frutto di un sapere antico e di una grande cultura che si tramanda di generazione in generazione.

A quasi due mesi dalla nomina di presidente della Strada Reale dei vini torinesi, Patrizia Ferrarini ci parla di progetti, opportunità che si stanno delineando per il rilancio dei vini del nostro territorio.

[…] quali sono […]  i punti forti della viticoltura della Valle? Per me i punti di forza sono i “territori della Valle”. Noi qui riusciamo a produrre nonostante l’altitudine, vini di ottima qualità, come l’Avanà, il Bequèt e il famoso Baratuciàt, un vino che sta avendo un grandissimo successo, come anche il notissimo “vino del ghiaccio” prodotto a Chiomonte.

[…] Vino e turismo, un binomio che funziona ancora? È sicuramente un binomio vincente sul quale bisogna continuare a lavorare. Il turismo enogastronomico, pur essendo di nicchia,, è in grado di generare grandi numeri e di far scoprire, attraverso il palato, la cultura e la storia che vi sono dietro un bicchiere di vino. Promuovere la Strada è molto importante anche se troviamo ancora qualche resistenza sul territorio

[…] Progetti futuri? A fine mese lanceremo “Mete” , un prodotto ideato all’interno dell’associazione, grazie a Giorgia Boggio, che punta a far conoscere, attraverso dei mini pacchetti turistici, la Strada Reale dei vini. Infine saremo presenti al XXIX torneo storico dei Borghi di Susa, che quest’anno ci vede protagonisti grazie al tema: “Adelaide e le sue vigne”.   

(La Valsusa, 18/6/2015)