ENTRA
[wp-members page="login"]
Click here to register
Brindiamo ad un'esperienza unica

Calendario Eventi

Nessun elemento

Al momento non ci sono record in questa sezione

Multimedia

Ultimo video

Ultime fotografie

La tua posizione è: News > Gesia Veja di Agriforest e Agnolotti di Ricotta e Borragine

Gesia Veja di Agriforest e Agnolotti di Ricotta e Borragine

Il Gesia Veja di Agriforest è prodotto al 100% con uve di Baratuciat che è uno degli ultimi vitigni piemontesi registrati presso il Ministero Politiche Agricole, alimentari e forestali.

Gesia Veja di Agriforest

E’ un vitigno autoctono e raro della bassa Val di Susa (Almese e Villarbasse) di cui si hanno notizie certe fin dal 1877 ma che, nel tempo, era andato quasi scomparendo e si è salvato grazie all’intuito ed alla testardaggine, tipicamente almesina, di Giorgio Falca che, aveva nel suo cortile  una vite centenaria condotta a pergola, che si era salvata dalla filossera degli anni ’30.

Inizia quindi a riprodurre alcune viti di Baratuciat che pianta in vigna riuscendo ad effettuare le prime vinificazioni in purezza ottenendone un buon ‘bianco’.

Non pago di ciò, inizia a bussare alla porta della Facoltà di Agraria ed a quella del CNR per ottenere un riconoscimento ampelografico e un suggerimento di vinificazione per questo misterioso vitigno.

Le ricerche proseguono per alcuni anni finché, nel 2008, vengono prodotte le prime bottiglie etichettate e pronte per il mercato.

Gesia Veja Baratuciat Valle di SusaNel 2010 vengono prodotte le prime bottiglie della Agriforest, l’azienda convertita alla viticoltura ed alla olivicoltura da Giuliano Bosio, che attualmente conduce anche le vigne della Famiglia Falca.

Origine: Piemonte

Produttore: Soc. Agr. Agriforest s.s.

Tipo vino: Bianco “Gesia Veja” – Baratuciat in purezza

Terreno: Morena glaciale della bassa Val di Susa (limo, ghiaia, sabbia e argilla)

Coltivazione: Allevamento a controspalliera, potatura ‘guyot’, distanza tra le file 3m, produttività 40-60 q.li/ha

Vinificazione: Fermentazione a temperatura controllata, maturazione in acciaio 4 mesi, e affinamento di 1 mese in bottiglia.

Caratteristiche: Bianco fermo, leggermente aromatico. Profumo intenso con note di mela verde, ananas, pompelmo, pesca bianca, eucalipto ed erba tagliata. Il sapore evidenzia una struttura importante, ottimo equilibrio tra acidità e sapidità, longevo!

Grado alcoolico: da 11,5 a  13°

Temperatura di servizio: 8-10°

Accostamento gastronomico: Antipasti, primi leggeri, piatti di pesce, formaggi erborinati.

La ricetta per il piatto in abbinamento:

Agnolotti di ricotta e borragine

Ingredienti per il ripieno:

300 gr. di ricotta vaccina

500 gr di foglie di borragine mondate

1 uovo

Parmigiano grattugiato q.b.

Noce moscata q.b.

Sale e Pepe a piacere

Preparazione:

Dopo aver fatto sbollentare la borragine, amalgamare gli ingredienti elencati.

Con il composto ottenuto, farcire la sfoglia e tagliare gli agnolotti.

Cuocerli in acqua bollente e condirli con panna o con burro e salvia.

Servite ben caldo.

 

Fonte della ricetta: Francesca Colombo “El mangé ‘d Turin e dle sue valade”

Edizioni del Baldo

Link alla scheda di Agriforest