ENTRA
[wp-members page="login"]
Click here to register
Brindiamo ad un'esperienza unica

Calendario Eventi

ottobre
Festa dell’Uva a Moncrivello 1

Multimedia

Ultimo video

Ultime fotografie

La tua posizione è: News > Erbaluce di Caluso in Mostra Mercato Domenica 17 settembre

Erbaluce di Caluso in Mostra Mercato Domenica 17 settembre

Divino Canavese al Chiostro 2017, la Mostra Mercato di domenica 17 settembre durante l’ 84^ Festa dell’Uva Erbaluce di Caluso

Mercoledì 13 settembre è iniziata la tradizionale Festa dell’Uva di Caluso giunta alla sua 84^ edizione che si concluderà il 18.

Quella del 2017 è un’edizione molto particolare in quanto, proprio quest’anno, si festeggiano i 50 anni dalla concessione della DOC avvenuta nel 1967 sia all’Erbaluce di Caluso, sia al Nebbiolo di Carema.

Da allora molta strada è stata fatta e, l’Erbaluce di Caluso ed il Nebbiolo di Carema, sono sempre più conosciuti ed apprezzati a livello nazionale ed internazionale.

Questa 84^ Festa dell’Uva prevede molti eventi che basandosi sulla tradizione, guardano ad un futuro che si spera sempre più roseo e pieno di soddisfazioni.

Una delle tradizioni riportate in auge in questa edizione, partendo dalle proprie radici per lanciarsi verso il futuro, è la classica Mostra Mercato che grazie all’intervento di alcuni vignaioli calusiesi è stata nuovamente inserita nel programma della 84^ Festa dell’Uva di Caluso.

La Mostra Mercato è stata denominata ‘Divino Canavese al Chiostro 2017’ ed avrà una massiccia presenza di Strada Reale dei Vini Torinesi se pensiamo che, sui 17 stand che verranno allestiti, ben 13 saranno di produttori Soci di questa Associazione.

Per saperne qualcosa in più intervistiamo Ilaria Salvetti, proprietaria dell’omonima azienda produttrice di Erbaluce di Caluso, che è una dei promotori della Mostra Mercato in questa edizione chiedendole come sia nata l’idea di ‘Divino Canavese al Chiostro 2017’:

“Faccio parte dell’Associazione ‘I Sapori contadini’, che riunisce produttori a KM O di diversi generi come orto-frutta, formaggi, carni, erbe aromatiche ed altri. Questa associazione terrà il suo consueto mercato di Piazza Mazzini anche sabato 16 e domenica 17. A fronte di questo abbiamo pensato di riproporre la tradizionale Mostra Mercato dei produttori del vino proprio di fronte al mercato di Piazza Mazzini, nel bellissimo Chiostro Francescano”.

Quali saranno le aziende che parteciperanno?

“Si è scelto di valorizzare il territorio canavesano e quindi di ospitare varie realtà, anche minori del territorio quindi ci sono le Cantine Storiche, le Cantine Sociali, e anche dei giovani produttori che ha hanno prodotti interessanti da far conoscere. Ci saranno 17 espositori molti dei quali soci di Strada Reale dei Vini Torinesi e sono:

  • Azienda vitivinicola Gnavi Carlo,
  • Azienda vitivinicola Massoglia Marco,
  • Azienda vitivinicola Cieck,
  • Azienda vitivinicola Giacometto Bruno,
  • Azienda vitivinicola Caretto Loris Livio,
  • Azienda Agricola Elisa Pozzo,
  • Cantina sociale di Caluso
  • Cantina sociale della Serra
  • Cantina sociale di Carema
  • e… Ilaria Salvetti.

Un ospite speciale sarà il Consorzio Tutela Vini D.O.C. Caluso Carema e Canavese anch’esso socio di Strada Reale dei Vini Torinesi.

L’Associazione Strada Reale sarà presente con un suo stand in cui tra l’altro, si potranno anche divulgare i Pacchetti MeTe che permettono una conoscenza dei territori vitati attraversati dai suoi 600Km di strade torinesi”.

Perché si chiama Mostra Mercato?

“Si chiama Mostra Mercato perché tutti i vini sono in mostra  e si possono degustare ma, oltre alle degustazioni necessarie per poter scegliere il vino che più si adatta al gusto personale, sarà possibile acquistare le bottiglie dei vini prescelti”.

Ma, nello specifico come funziona?

“Il meccanismo è semplice: all’ingresso si pagherà un ticket di 10€ che darà diritto alle degustazioni dei vini, e per questo verranno forniti un calice ed una comoda tasca. In più si avrà diritto ad uno sconto di  3€ per l’acquisto delle bottiglie. L’ingresso è libero per chi non ritiene di fare le degustazioni”.