ENTRA
[wp-members page="login"]
Click here to register
Brindiamo ad un'esperienza unica

Calendario Eventi

Nessun elemento

Al momento non ci sono record in questa sezione

Multimedia

Ultimo video

Ultime fotografie

La tua posizione è: Proposte turistiche > GOING FOR WALKS

GOING FOR WALKS

Strolling around little known places (click to expand)

THE PATH ALONG THE CAREMA VINEYARDS

This is a rural itinerary winding along the stone pergola architecture, typical of the steep hills at the confluence of the Dora Baltea valley with the Eporedia plane, dotted with shrines decorating the walls of the houses, fountains with inscriptions and solid Medieval fortified houses. Walking along this path, which forms a loop, one can enjoy the most interesting views of the village. The tourist may thus understand the value of the buildings which characterize the Carema landscape and may perceive the smell of the land out of which the precious Carema wine grows.

THE PATH UP THE  PESCEMONTE HILLSIDE

 tra Forno Canavese e Rivara rivela un’area poco conosciuta. È un itinerario adatto ad ogni stagione, ma particolarmente suggestivo nel mese di settembre per l’esplosione dei colori della vegetazione naturale e dei vigneti. La passeggiata, percorribile a piedi, in bicicletta o a cavallo, evita strade di grande percorrenza e raggiunge Pescemonte, imbattendosi in scorci di storia contadina: i resti di case coloniche con i vigneti coltivati con metodi immutati nel tempo, i caratteristici “ciabot”- capanni degli attrezzi- spesso circondati da un piccolo orticello o da cespugli di aromatiche e fiori che li fanno assomigliare a casette uscite da un tempo remoto che sa di favola.

THE PATH OF THE WHITE STONES

è il sentiero che percorre le Terre dell’Erbaluce. Consente una rilassante passeggiata, a piedi, in bici o a cavallo, immersi nella quiete dei boschi e circondati dal verde. L’insieme di strade bianche e mulattiere conduce alla scoperta di un paesaggio dominato dai vigneti che costituisce la culla del vitigno Erbaluce e che ospita diverse aree protette. Lungo un itinerario ad anello il turista potrà immergersi nella natura, ammirando il paesaggio ed esplorando la cultura locale, la combinazione ottimale per poter trascorrere del tempo libero di qualità,  dedicandosi anche a sane attività sportive all’aria aperta.

THE “LA FELCE REALE” NATURE TRAIL

comprende un circuito di sentieri nei comuni di Valperga e Pertusio da cui si può godere una gradevole vista panoramica sulla vallata sottostante e sugli abitati dell’alto Canavese. La passeggiata, adatta a tutti, si snoda su un territorio spoglio e roccioso, attraverso radi boschi cedui di castagno, intervallati da radure naturali che si alternano ad affioramenti di granito rosa e macchie di arbusti. Proprio per le caratteristiche del suolo, arido e poco fertile, stupisce ancor più ed è molto piacevole la presenza di piccoli tradizionali vigneti terrazzati che si levano sui versanti circostanti, tra cui emergono macchie colorate di brugo, ginestre e rosa canina.

THE VIE FRANCIGENE

costituiscono una rete di itinerari adatti a tutti, dove da la storia si interseca con cammini di fede e offre golose pause enogastronomiche. La Via Francigena Morenico-Canavesana attraversa un tratto dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea tra panorami caratteristici, vigneti abbarbicati lungo le pendici della montagna o distesi intorno ai laghi. Il lento percorso negli spazi naturali può essere intervallato con visite culturali e degustazioni dei famosi vini DOC locali presso cantine ed enoteche. La Via Francigena Valle di Susa percorre un territorio ricco di arte, natura e cultura dove anche la cucina, i prodotti tipici e le fiere di antica memoria sono vive e rappresentano l’identità del territorio. La considerevole presenza di monasteri e luoghi di culto, molto noti o poco frequentati, di centri cittadini, castelli fortificati, caseforti e palazzi nonché di locande e alberghi, punteggia panorami variegati che si distendono fino al fondovalle.

THE PATH OF THE RAMÌE WINE IN POMARETTO

 si snoda attraverso pendii ripidi e assolati, percorrendo appezzamenti terrazzati nel suggestivo paesaggio da cui proviene il vino DOC Ramìe. Il percorso, che costeggia alcuni “ciabot”, è ricco di scorci panoramici e permette di vedere l’impianto della monorotaia che rende meno gravosa la coltivazione dei vigneti e la vendemmia. Il sentiero, adatto a farsi una rapida idea dell’estensione originaria dei vigneti nell’area, sono tutti disposti su terrazzamenti del versante a solatio della bassa Val Germanasca. La passeggiata offre una vista spettacolare su Pomaretto e Perosa Argentina ed è raccomandata anche quando il tempo a disposizione è poco.

THE MOUNTAIN BIKE TRAIL IN CUMIANA

esplora un’ampia conca circondata da colline, dove i boschi sono alternati alle vigne e intervallati da cannocchiali panoramici che scoprono le prime cime delle Alpi Marittime e il Monviso. Durante il percorso, che può essere intrapreso a piedi o in bici,  ci si troverà immersi via via in boschi di castagni e di querce, tra pinete, lande a brugo e ginepri. La vuisuale cambia di continuo, passando dagli estesi campi di mais o grano, ai vigneti e ai tappeti di brugo la cui fioritura, unita a quella dell’uva in maturazione, rendono lo scenario particolarmente suggestivo nel periodo  autunnale.

BIODIVERSITY WALKS IN THE PINEROLO AREA

disegnano una rete di strade tematiche utili a svelare pagine di storia locale e aspetti della vita culturale ed economica della zona.

I cinque itinerari (bosco, alpeggio, frutteto, vite, castagno), percorribili a piedi o in bicicletta, formano un complesso di percorsi che si incrociano in vari punti, conducendo alla scoperta del ricco paesaggio agrario e boschivo e delle antiche coltivazioni. I percorsi, che permettono al visitatore di cogliere i diversi aspetti della biodiversità del territorio, valorizzano il paesaggio agrario e boschivo e le produzioni locali legate a tali biodiversità.

THE “MARCA PINEROLESE” – CYCLE TOURISM IN THE LAND OF THE CAVALLERY

comprende 30 itinerari per mountain bike, misti e su strada, lungo percorsi segnalati, adatti a principianti e a professionisti. I sentieri percorrono zone di grande rilevanza ambientale e culturale, attraverso cinque Parchi naturali, centri storici come il nucleo medievale di Pinerolo e suggestivi borghi montani e collinari. I tracciati si sviluppano con una fitta rete di strade che tocca 13 comuni, offrendo la possibilità di scegliere in un’ampia gamma di alternative, dai percorsi culturali e storici dell’epopea valdese fino alle poderose fortificazioni e strade militari, il tutto in mezzo alla flora e alla fauna tipica delle Alpi.

THE BICYCLE TRAILS ALONG THE PINEROLO PLANE

formano un sistema di 32 itinerari che si snoda lungo tranquille strade di campagna, attraverso un paesaggio naturale di pianura incorniciato dalla catena alpina e intervallato da antichi borghi, castelli, cappelle votive e chiese antichissime, abbazie e aziende agricole. L’ampia gamma di percorsi permette di scelgiere tra diverse tipologie, comprendenti strade sterrate, sentieri, strade secondarie, che attraversano paesaggi di montagna, collina e pianura. Lungo i vari tragitti sono possibili numerose tappe, che rappresentano un’occasione per apprezzare la buona cucina locale e i sapori di una tradizione enogastronomica genuina e gustosa.

THE PATHS UP THE AIRALI HILLS

si sviluppano lungo 230 km di strade di campagna e sentieri poco battuti e rivelano un territorio poco conosciuto che può riservare notevoli scoperte, procedendo attraverso aree naturali e parchi, musei e beni culturali, cascine, ville e piccoli borghi ricchi di fascino. I percorsi che si sviluppano lungo le prime propaggini che sorgono a est della città di Torino permettono un connubio tra natura, buona cucina e patrimonio culturale e architettonico d’eccellenza. La bicicletta può essere il modo migliore per apprezzarlo e conoscerne le bellezze, durante la gita di un giorno o di un week-end, oppure soggiornandoci per una vacanza più lunga.

NATURE TRAILS ALONG THE HILLSIDE PATHS SURROUNDING TURIN

costituiscono un modo molto piacevole per scoprire l’ambiente naturale collinare, camminando o pedalando nel verde, lungo numerosi itinerari variamente impegnativi che passano all’interno di parchi o lungo il loro perimetro, attraverso la fitta rete di strade carrozzabili, di strade campestri e di sentieri, che hanno rischiato di scomparire sia per l’urbanizzazione sia per il declino delle attività agricole e forestali sia per incuria. Tutte le passeggiate si snodano lungo scenari suggestivi tra i boschi di querce che circondano antiche borgate, lungo le radure dove cresce il rosmarino selvatico, lungo sentieri che, a seconda delle stagioni e degli itinerari, attraversano campi di grano dorato e vigne in maturazione, in un’esplosione di colori autunnali.

THE HISTORICAL GARDENS IN THE PROVINCE OF TURIN

formano un patrimonio che, grazie all’opera dell’uomo, alla natura e al tempo, dà vita ad una testimonianza storica, culturale e artistica. Immaginare questo itinerario significa fare un viaggio nei secoli, partendo dai sentieri e dai viali dei parchi, rilassandosi a contemplare i giochi decorativi di aiuole e cespugli, ritrovando “il bello” secondo i gusti dei secoli scorsi, in oasi di pace e riserve naturali.

UP ON THE UP ON THE HILLS UP ON THE HILLS AMONG VINEYARDS AND FIELDS UNDER CROP

Many are the paths cutting across the hills surrounding the city of Turin, through the villages of Arignano, Brozolo, Cinzano, Mombello and Moncucco. You can walk over the hills along paved roads, dirt roads and paths winding across farmland, enjoying vast scenic views and landscapes ranging across the entire Alpine arc, from Mont Rosa to the Maritime Alps; and in the direction of Monferrato, the view is one of vineyards with rows of vines and tilled land. The trails penetrate the shady oak and chestnut woods, go along meadows and orchards and pass by farm houses, water wells, wet land, hamlets and abbeys.