ENTRA
[wp-members page="login"]
Click here to register
Brindiamo ad un'esperienza unica

Calendario Eventi

Nessun elemento

Al momento non ci sono record in questa sezione

Multimedia

Ultimo video

Ultime fotografie

La tua posizione è: News > NEL PINEROLESE AL VIA LA VENDEMMIA

NEL PINEROLESE AL VIA LA VENDEMMIA

0673pineroleseFrancesco Beccaria e Marco Bottazzi, impegnati nell’assistenza tecnica nei vigneti del Pinerolese, ci hanno fornito una serie di informazioni relative alla vendemmia che ha appena preso il via.

La raccolta delle uve destinate alla produzione di spumante (Chardonnay e Pinot nero) è iniziata la settimana scorsa in alcune località, mentre in altre inizia in questi giorni; per i vini bianchi fermi la vendemmia comincerà la prossima settimana, subito dopo toccherà al Dolcetto e alle uve a bacca rossa precoci.

Per gli altri vitigni rossi, in particolare per il Barbera, si ipotizza che le uve saranno pronte ad inizio ottobre.

La vegetazione della vite ha registrato oltre due settimane di ritardo sino alla fase dell’invaiatura, anche se le successive favorevoli condizioni di irraggiamento, di temperatura e le marcate escursioni termiche hanno accelerato la maturazione. Nel complesso il ritardo rispetto agli anni scorsi si attesta, attualmente, intorno ai 10-15 giorni.

Dopo anni in cui è risultata elevata, la gradazione alcolica sembra tornata nella norma, dato che non ci si attende un significativo rialzo delle temperature nei prossimi giorni.

Le grandinate sono state sparse e, nel complesso, non particolarmente dannose. In alcune zone sono avvenute poco dopo la fioritura, riducendo un po’ la produzione ma evitando la compromissione dello stato sanitario delle bacche.

Le condizioni climatiche hanno creato i presupposti per la diffusione della peronospora, dell’oidio e della botrite ma trattamenti tempestivi hanno scongiurato il rischio di scadimento qualitativo delle uve. Permane l’attenzione per possibili attacchi di botrite sulle uve Barbera, laddove grandinate recenti hanno intaccato le piante. L’oidio qua e là ha creato qualche problema per attacchi manifestatisi a fine agosto.

La produzione, potenzialmente abbondante, è stata opportunamente regolata con i diradamenti, per assicurare i limiti quantitativi indicati nel disciplinare della DOC  “Pinerolese”.

  0388pinerolese