ENTRA
[wp-members page="login"]
Click here to register
Brindiamo ad un'esperienza unica

Calendario Eventi

Nessun elemento

Al momento non ci sono record in questa sezione

Multimedia

Ultimo video

Ultime fotografie

La tua posizione è: News > B&B La Rampichina e poi… si vola!

B&B La Rampichina e poi… si vola!

Sicuramente è un compito arduo descrivere in poche parole le tante sfaccettature che fanno del B&B La Rampichina un posto veramente particolare quindi, forse, la cosa migliore è il racconto di ciò che ci ha colpito maggiormente.

Per giungere al Bed and Breakfast occorre entrare a Baio Dora, piccola frazione di Borgofranco d’Ivrea (TO), che è un paesino delizioso che ha mantenuto nei secoli la sua identità ed imboccando la via su cui si affaccia l’entrata del B&B La Rampichina, la prima cosa che colpisce è che la via finisce in una piccola piazzetta medievale che come sfondo ha il verde degli alberi della montagna.

Sulla destra l’ingresso del B&B fa bella mostra di sè ma la sorpresa più grande la si ha entrando. Ci si rende subito conto di essere in un luogo che deve avere una lunga storia. L’edificio è sicuramente databile molto indietro nei secoli, nel 1600.

La Proprietaria del B&B La Rampichina, Adelaide Dimitri accoglie con un gran sorriso, immersa nel verde e nei colori delle tantissime piante che rendono il cortile, le scale ed il portico un vero giardino.

Salendo le antiche scale di pietra grigia subito prende la curiosità di vedere il resto della casa con la speranza che il tutto si riveli conforme alle aspettative ed in effetti è proprio così.

Gli ambienti ampi e luminosi sono delimitati da muri spessi e da soffitti di antica manifattura che danno sicurezza e la simpatia della proprietaria, poi, fa il resto.

Mentre ci offre un ottimo caffè, chiediamo ad Adelaide di raccontarci quali sono i posti più importanti che si possono visitare nei dintorni.

Apprendiamo che Baio Dora è la partenza ideale per raggiungere molti punti turistici del Canavese, terra dalle molte possibilità che offre pianure, colline, montagne, laghi e molto altro ma ciò che ci stupisce è che il B&B La Rampichina è vicinissimo alla sede di Sparavel,  Scuola Nazionale di Parapendio. E dire che pensando al perché del nome, senza sapere la vera motivazione, abbiamo ipotizzato che si chiami così perché da lì si può accedere a qualche palestra di arrampicata… altro che arrampicarsi… dal B&B La Rampichina si vola!

Vista la vicinanza, non possiamo certo perdere l’occasione di andare a vedere di persona la sede di Sparavel.

Al nostro arrivo ci accolgono Claudio Aimone, Istruttore ed esaminatore nonché Presidente di Sparavel e Malcom Deodati, aiuto istruttore di parapendio.

Malcom Deodati e Claudio Aimone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Claudio Aimone ci deve lasciare quasi subito perché sta partendo con la navetta per un volo in tandem che, ci spiega, è un volo che si fa con l’istruttore in tutta sicurezza. Ci racconta che ha ‘portato su’ persone di tutte le età, che il volo è dolce e che da lassù si può godere di sensazioni stupende e di panorami mozzafiato.

Sempre più curiosi, intervistiamo Malcom che molto gentilmente risponde.

Impertinenti, come al solito, gli chiediamo se l’Associazione Sparavel si chiama così perché si ‘sparano’ giù dalle montagne e Lui, sorridendo di gusto e dimostrando un fine senso dell’humor, ci dice che il nome è la traduzione in piemontese di Sparviero.

Da quanto voli con il parapendio?

“io una decina di anni mentre Claudio è stato uno dei pionieri di questa disciplina in Italia… io ho imparato da lui ed ora lavoriamo insieme condividendo la stessa passione”.

Scusa la curiosità ma sono tanti i Canavesani che frequentano la vostra scuona per imparare a volare o sono più i turisti?

“È un po’ un misto nel senso che sono molti i Canavesani ed i Torinesi che vengono per la scuola e poi ci sono molti turisti che vengono soprattutto per poter provare il volo in parapendio con un volo biposto”.

Qual’è il momento più spettacolare, secondo Te?

” Mah, ha detta quasi di tutti coloro che hanno provato, il momento più emozionante è il decollo perché è proprio il momento in cui ci si sente alleggerire gradualmente e si spicca il volo… è sicuramente memorabile! ”

Guardando la cima del Monte da cui decollano i voli, ci viene di pensare che dev’essere veramente piacevole e assolutamente appagante godersi il volo doppio con la certezza di essere in buonissima compagnia.

Immaginiamo il momento in cui i piedi lasciano il terreno e, finalmente, si può realizzare il sogno di tutti gli uomini da che mondo è mondo: volare!

Chiudiamo gli occhi e sogniamo di lasciarci andare fluttando nell’aria… ma purtroppo il pomeriggio sta lasciando spazio alla sera ed è troppo tardi per poter provare.

Ci allontaniamo con la convinzione che torneremo in un orario più favorevole alla prova perchè alcune sensazioni vanno vissute e non solo immaginate!